Porno all’indiana

Le avventure erotiche di una moglie trascurata da un marito malato di lavoro. Soggetto perfetto per un film con Alvaro Vitali.
Roba di cui noi ci siamo già abbondantemente annoiati, tematiche che per appassionarci davvero devono finire su youporn e avere nel titolo quanto meno l’acronimo MILF.
Ci sono paesi però, come l’India, dove l’argomento non si può trattare, soprattutto in rete (se si arriva al 45esimo posto dei siti più visitati, poi, figuriamoci) e soprattutto non a fumetti.

In estrema sintesi: il Dipartimento di Telecomunicazioni indiano ha deciso che le avventure di Savita Bhabhi sono diseducative e che il fumetto è un mezzo subdolo che può spingere i ragazzini ad identificarsi con personaggi di dubbia moralità.
Quindi addio Savita.

E la rete si ribella qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...