Let Love Rule

 

Le poche volte che qualche link mi butta su askmen.com, non riesco più a uscire. Il sito è così pieno di baggianate e luoghi comuni, classifiche e consigli non richiesti che è impossibile non perderci almeno una mezz’ora.

Ad esempio: credete davvero non vi interessino i trucchi per sembrare più attraenti da nudi (si, stanno parlano ai maschi)? Non sapete come portare avanti una conversazione una volta conosciuta la donna della vostra vita? Sapete qual è lo scenario peggiore per la vostra relazione di coppia? E via con pratiche schede decalogo.

In particolare, l’ultimo che vi ho citato – Top 10 worst case ralationship scenarios – l’ho trovato abbastanza interessante.
La profonda e accurata analisi emozional-statistica ha portato alla creazione di una lista in cui gli scenari peggiori per la vostra relazione sono cose tipo: siete andati a vivere insieme e lei perde il lavoro, ha una malattia venerea, improvvisamente lei deve decidere tra voi e una relazione lesbica, il padre di suo figlio esce di prigione, la riconosci in un porno o un collega ti mostra sue foto trovate su internet, l’hai appena conosciuta e lei ti incastra per restare incinta dicendoti che prende la pillola, era un uomo, ti lascia per tuo fratello o, peggio, per tuo padre.

Ora, io dico, c’è qualcosa di maschile in tutto questo?

No, perché noi no. Noi se scopriamo che siete gay, malati di sifilide (probabilmente presa da una che è finita in carcere ma che ora esce e con cui avete un figlio), ci lasciate per nostra sorella, vi riprendete mentre vi fate le seghe su chatroulette e lo scopriamo perché lo screenshot ci viene mostrato dal nostro collega più sfigato, ci dite “tranquilla, tesoro, ho tutto sotto controllo” mentre roteate gli occhi all’indietro, ci fate sobbarcare da sole un mutuo e il vostro stereo perché vi hanno licenziato in tronco, dico, noi no.

Noi felici, come un pulcino a pasqua.

Mi sorprende, più che altro, che il redattore che ha scritto il pezzo non abbia inserito un caso come, che so: voi l’amate alla follia e il giorno in cui lei finalmente vi dice ti amo viene falciata da una mototrebbia.

Forse il nostro amico era arrivato a dieci o forse, semplicemente, lei era appena scappata con suo padre. Un uomo che, probabilmente, non leggeva decaloghi online.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...