Era ora

Ci ho messo parecchi giorni, colleghi e fidanzati ammalati, pioggia, sole, tram, sali, scendi, piangi, ridi, sbotta, incazzati, risollevati, cammina, prendi le scale, ordina da mangiare, non lavarti i capelli, vai all’ikea di notte, vai al ristorante di giorno, guarda Santoro, guarda Dexter, guarda in su, guarda in giù, dai un bacio a chi vuoi tu e, FINALMENTE, ce l’ho fatta. Ce l’ho fatta a diventare come tutti voi.
E a farmi venire questa maledetta, meritata, febbre.
Ma non preoccupatevi, mi passerà nel sonno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...