Ripensandoci

 

L’altra sera in un programma condotto da Monica Setta – che solo i più attenti non tarderanno a definire SUBLIME – dopo un susseguirsi di ospiti incantevoli, mise improponibili, canzoni dedicate, balletti e ammiccamenti, affettature e orecchini di vetro di murano, ha fatto la sua comparsa Gianni Nazzaro, il cantante.

Introdotto da aspettative alla Stranamore, Gianni avrebbe di lì a poco chiesto alla ex moglie di risposarlo, avendo improvvisamente capito – praticamente a un passo dall’estrema unzione – essere lei la donna della sua vita.

Volevo scriverne, ma non mi ricordavo il nome del povero Gianni, così, mentre cercavo, google mi ha sparato fuori nuovi lumi sulla vicenda.

Insomma, io già di mio volevo dire che se fossi stata nella Ovcina – donna che ormai  è evidente non ha più la forza d’intendere e di volere oltre che di reggersi in piedi – avrei risposto al caro Gianni “l’anello ficcatelo nel culo”, ma alla luce di queste nuove scoperte non posso più neanche argomentare.

Certe donne sono colpevoli più dei poveretti che rendono loro la vita impossibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...