Baciami ancora

Sarà che fin da piccola nessuno mi ha mai vietato di videogiocare e che, tra l’altro, sono tendenzialmente portata ad alzare gli occhi verso l’orologio e dire “Oh, sono le 4 del mattino, aspetta che finisco il livello e arrivo”, ma non ho mai capito le donne che si lamentano di compagni dipendenti dalla playstation.

Insomma, si può arrivare a un compromesso. Io i videogiochi li adoro. E nella mia vita sono stati addirittura motivo di legame con i miei partner (a parte quella volta che uno mi ha spento la console mentre cercavo con la cinquecentesima carogna di far saltare Lara Croft da un masso a un altro appendendosi solo con lo smalto mentre annunciavo “mi gira un po’ la testa”).

Comunque, dicevo, le donne sbagliano. Più che altro: non sanno cosa si perdono. I videogiochi sono esaltanti.
Se si gioca insieme possono diventare un momento di complicità, risate, dammi un cinque, e via dicendo.
Per questo la malsana idea di questa ragazza giapponese non è così malsana. Ma ci arriviamo dopo.

Tra le tante cose che si fanno quando si ha un relazione ce ne sono alcune che dopo un po’ si smette di fare.
Una di queste è la più bella di tutte: baciarsi con trasporto. Baciarsi davvero, intendo, con la lingua. Baciarsi spesso, come quando tutto è iniziato. Baciarsi in un modo che non si riesce a smettere. Baciarsi che basta guardarsi negli occhi e scatta il limone. Ecco. Quella è una cosa che bisognerebbe imporsi di continuare a fare sempre. Solo che non è mica facile. Magari non ti viene più. Non c’è l’impulso. Preferisci fare altro, continui a fare altro, e quella cosa, che è la più romantica di tutte, quella che stabilisce in qualche modo che sì, porca miseria, vi amate, ecco proprio quella non la fate più.

Non potete costringervi però, perché poi viene male e si resta un po’ tristi. E allora niente, ci si fa caso e pian piano si smette del tutto.

Poi qualcuno inventa una cosa. Un’alternativa, una necessità, una variabile. Una speranza.
Arriva una giapponese e inventa un affare strano.  Questo qui.

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=5WDjM1DjkI0[/tube]

E allora lo vedi che i videogiochi servono?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...