Possiamo mangiare cereali

Oggi mi è presa così: qualche sera fa ho nominato a degli amici Flight of The Conchords. Non l’avevano mai vista, così mi sono premurata di spacciare subito la prima puntata.

Loro non lo sanno, ma quello da parte mia è stato un gesto d’affetto.
Detto sinceramente, credo che non potrei prendere in considerazione di inserire nella mia vita qualcuno che non salti sulla sedia applaudendo dopo aver visto quella serie e non ne diventi fan seduta stante. Per questo me la tengo stretta, la cito poco e la conservo tra le cose più care.

Per dire, il fidanzato che ho avuto durante la messa in onda sa benissimo quale grande atto d’amore fosse concedergli la maglietta con i profili di Bret e Jemaine per andare a dormire. Insomma, la considero una delle serie più divertenti, meglio scritte e riprese degli ultimi anni (oltre al fatto che trovo Bret McKenzie un figo irresistibile).

Ed ecco fatta la premessa.

È qualche giorno che mi tocca stare in casa, così oggi mi sono messa a recuperare un po’ di cose e fare ordine qua e là e, alla fine, ho deciso di premere play. Non so cosa mi sia preso, forse solo che l’avevo citata da poco, ma non sapevo cosa scegliere e non avevo nessuna intenzione di condividerla perché non esistono, a mio parere, dei minuti isolabili nella saga dei Flight of The Conchords. In più tra i miei momenti preferiti ci sono delle scene che potrebbero urtare la sensibilità di molte donne (degli uomini no, gli uomini a quel punto sono effettivamente sulla sedia ad applaudire, o sono andati in cucina ad aprire una birra per l’imbarazzo).

Insomma, di tutti gli stralci che potevo selezionare sono capitata forse sul peggiore e questo non per darvi la dimensione di quello a cui potreste andare incontro avvicinandovi al meglio, ma perché mentre riguardavo la puntata ho pensato che dovevo e volevo mandare un messaggio alle donne: fidatevi.

Lo so quello che pensate: che non c’è da fidarsi. Che sono dei delinquenti, bugiardi, infantili, cazzoni; è vero.
Però a me gli uomini stanno simpatici. Quindi fidatevi. O meglio, affidatevi. Tanto peggio di così non vi può andare e a un coglione qualsiasi un calcio nel culo glielo si può sempre dare.

E anche se uno non è buon “boyfriend material” chissenefrega, si possono sempre “mangiare i cereali”.
La verità magari è che quello sfortunato fino a quel momento è stato lui.

Se uno stuolo di ex vi avvisa direttamente o indirettamente che state cadendo in un buco nero, le cose sono due: o prendete le vostre gambe depilate e ve le mettete in spalla subito o lasciate che le cose vadano come devono andare.

La gente non cambia, ma si innamora. E se s’innamora vi farà stare bene, almeno un pochino. Poi farà un sacco di cazzate che voi vorrete ma non saprete perdonare, o viceversa. Quello verrà poi. Non importa.

Perché io, a una tale dichiarazione d’amore, non credo potrei resistere (certo, il giorno che qualcuno mi cita “I can hardly hear it, you’d have to be deaf to hear that!” me lo sposo a Las Vegas).
[tube]http://www.youtube.com/watch?v=ThoSd52oL_Y[/tube]

(scusate ma anche se sono una donna dalle mille risorse stasera non ho voglia di smanettare con programmi di editing video per mettervi i sottotitoli in italiano. Prendete quello che c’è)

Un pensiero su “Possiamo mangiare cereali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...