Io vado solo con quelli che conoscono quelli che conoscono quelli che conosco

Dato che sono un po’ stanca e parecchio pigra, pensavo di postare questo video su facebook e buonanotte. Ma purtroppo, mio malgrado, ho lo spirito dell’educatrice, quindi mi sono convinta che forse dovevo parlarne qui per raggiungere un maggior numero di persone.

Questo perché, come sa chi mi conosce, il mio facebook non solo è accessibile esclusivamente alle persone che ho visto in faccia almeno una volta nella vita, ma è totalmente aperto solo alle persone che stimo e agli amici.

Tra l’altro i miei migliori amici, tutti, incredibilmente, non hanno facebook o non lo usano, il che mi mette al riparo dal perdere totalmente il contatto con la realtà e l’epidermide.

Detto ciò è evidente che, chiudendo l’accesso a conoscenti, colleghi, parenti, amici del mare che riappaiono dopo vent’anni, io non dia l’accesso agli sconosciuti neanche se facebook mi sollecita con un ma “avete 64 amici in comune”. E sarà che il destino non ci ha voluto bene, cosa vuoi che ti dica.

Io rifiuto tutti senza pietà. Così come nella vita privata tendo a restare sulle mie.

Nel mio vecchio posto di lavoro, un luogo giovane giovane pieno di gente brillante, ero famosa nel mio gruppetto di lavoro per aver pronunciato, non sapendo come arginare una richiesta d’amicizia insistente, la frase “non ho bisogno di nuovi amici”. Non c’era niente di personale, ma il fatto che io risulti simpatica agli altri (ad alcuni) non significa che debba necessariamente ricambiare l’interesse. Quel Natale mi arrivarano non so quanti biglietti firmati “la tua non amica”.

Negli anni sono migliorata. Le persone che lavorano con me oggi possono testimoniare che la frase che mi sentono ripetere più spesso è “vi odio tutti”. Il che per qualche strano motivo li porta ad amarmi. E questo nonostante il 90% di loro non solo non abbia accesso totale al mio facebook, ma sia anche stato messo a parte della notizia. Pensate un po’. Misteri della vita reale. O apprezzamento della sincerità.

Ma non sono qui per parlare di privacy o del fatto che se la vostra bacheca di facebook è piena di cretini, spam e cartoline di Natale è perché accettate gente con la quale non andreste neppure a bere un caffè alla macchinetta (ok, sì, un po’ anche di quello), ma per rompervi le palle su quell’altra faccenda riguardo la quale sono particolarmente insistente e, appunto, romperle al maggior numero possibile di persone. Cosa che su facebook non posso fare per i motivi appena elencati.

Il video qui sotto è stato spedito tramite un falso profilo semplicemente utilizzando la modalità “friend request”. Dato che la tipa è gnocca, la gente accetta l’amicizia e va subito a spiarne la bacheca, dove trova questo:

 

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=TZDXoghu-5o[/tube]

 

La Croce Rossa polacca ha realizzato il video per sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto all’utilizzo sconsiderato di facebook e dei rapporti sessuali occasionali che ne conseguono.

Farsi irretire, mai meglio detto, da sconosciuti/e può portare a conseguenze molto spiacevoli. Come l’HIV.

Il video mi piace perché sembrerebbe non demonizzare facebook ma sfruttarlo in modo efficace, utilizzandone le stesse potenzialità che lamenta, per passare il concetto di estraneo. Manca però un pezzo fondamentale per far sì che la campagna abbia successo: insistere sul fatto che, a causa delle nuove modalità di conoscenza online, è sì più probabile fare sesso con uno sconosciuto, ma che non sia quello il problema: il punto è che è indispensabile utilizzare precauzioni.

Non è lo sconosciuto il rischio, questa informazione è fuorviante.

Dopo la messa in rete del video i test dell’HIV sono aumentati del 43%. Il che è un ottimo risultato. Però nessuno dice quella parolina che va ripetuta sempre, tipo Ave Maria: preservativo.
Nulla vieta di andare a letto con chi capita, a patto che lo si faccia proteggendosi. Dal primo all’ultimo istante. In tutte le pratiche sessuali.
Test dell’HIV per tutti, e relazioni stabili tra un test e l’altro, o preservativo per tutti. Non abbiamo alternative diverse dall’azzardo e le corrispondenti corna sotto il tavolo, pratica che mi sembra non abbia dato risultati scientificamente provati.
Quindi proteggetevi sempre, a meno che non vogliate far finta che la vostra vita sia davvero virtuale.
In tal caso sappiate che, come dice perfettamente il claim finale dello spot, ci sono casi in cui non potrete fare log out.
E non servirà a nulla dire “non lo faccio più”.

2 pensieri su “Io vado solo con quelli che conoscono quelli che conoscono quelli che conosco

    1. What i do not realize is allcauty how you’re no longer really much more neatly-liked than you might be now. You’re so intelligent. You already know therefore significantly relating to this subject, produced me personally believe it from so many varied angles. Its like women and men aren’t fascinated except ita1a6s one thing to accomplish with Girl gaga! Your individual stuffs nice. At all times handle it up!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...