Forse ma forse

Ieri mi hanno mandato un video.
Mi hanno detto “ci devi scrivere un post”.
Di solito, quando mi dicono così, l’80% delle volte non scrivo niente.
Ma, grazie a dio, non è questo il caso.

Il caso, infatti, ci ha portato la COSA. Questa:

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=z5NRWM3FgqA[/tube]

È passato quasi un anno dall’uscita di questo delirio, e io non ne sapevo niente. Me ne vergogno molto.
Certo, sempre meno di quanto non debbano vergognarsi quei pezzi di manzo che sono stati piazzati in giro per il mondo a torso nudo con l’unico intento di dimostrarci una cosa: i modelli sono per la maggior parte effettivamente cerebrolesi. Lo dimostra il fatto che non sanno cantare in playback neanche una canzone che al confronto il Tuca Tuca è un pezzo dei Metallica (tant’è che il capogruppo viene scelto proprio in virtù di questa sua incredibile capacità di sincronizzazione, scarsa).
Oltretutto il video inizia con uno che non solo prova a cantare ma pure a spiegarci per filo e per segno tutto quanto con la mimica.
Per un attimo ho creduto fosse un videoclip per sordomuti.

Poi invece ho iniziato a capire (meglio, ho temuto di iniziare a capire) e ho passato alcune manciate di secondi a pensare “non è vero, non lo stanno facendo. Cosa stanno facendo?”
Non si sa. Ballano credendo di ballare, cantano credendo di cantare e ci rendono nota la loro evidente omosessualità nel momento in cui  fanno roteare un dito vicino alla fronte per spiegarci il significato di “this is crazy”.

Certo, è vero che non ci vuole un grande spirito d’osservazione, basta aspettare un attimo e vedere l’entusiasmo con cui i torsi tartarugati cantano “and all the other boys try to chase me”.

Non che ci sia niente di male, come diceva Jerry Seinfeld, d’altra parte si sa che il target di Abercrombie & Fitch è quello, porca puttana, quindi fate la cortesia: insegnate loro la coordinazione motoria e piantatela di propinarci ‘sti minchioni facendo finta che stiate parlando con noi donne.

C’è uno che si attacca a un palo in Piazza Castello, per dire.

(attenzione, il video è così brutto che dà dipendenza)

8 pensieri su “Forse ma forse

  1. Io non capisco l’esistenza di questo marchio, tantomeno comprendo per quale motivo debba riscuotere successo anche in Italia. Ma la roba che mi fa uscire di testa (o ridere molto) e’ vedere ragazzi – ma anche uomini – che girano le shopper A&F stampate di modelli con addominali e petti in vista. Pensano di essere fighi?

    "Mi piace"

  2. Io non capisco l’esistenza di questo marchio, tantomeno comprendo per quale motivo debba riscuotere successo anche in Italia. Ma la roba che mi fa uscire di testa (o ridere molto) e’ vedere ragazzi – ma anche uomini – che girano le shopper A&F stampate di modelli con addominali e petti in vista. Pensano di essere fighi?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...