Differenze

Diversi mesi fa ho salvato sul mio desktop una foto che mi aveva incuriosito. È quella che trovate a corredo di questo post.

La foto sembrava perfetta per parlare della differenza di età tra uomo e donna nelle coppie moderne e del passato.

Il tema era perfetto per me. Per me, che ho sempre ritenuto che le relazioni debbano nascere tra coetanei e che anche una decina d’anni possano fare la differenza, qua e là.

Per me, che avrei parlato invece di quanto fosse ridicola la mia posizione, essendo io nata grazie all’amore di un uomo verso una donna più giovane di ben 22 anni. Mio padre non era ricco, mia madre non era una modella, entrambi hanno sfidato le convenzioni del tempo e si sono amati fino alla fine della vita.
Sono nata io. Nata e cresciuta in una famiglia vicina, tenera, moderna e saggia.
Questo avrebbe dovuto smontare qualsiasi teoria, eppure dentro di me ho continuato a pensare che non sarei mai riuscita ad avere accanto un uomo molto più anziano o molto più giovane.
Ho provato ad avere storie con uomini che avevano 5 o 6 anni meno di me. Non è che lo cercassi, semplicemente dopo una certa età succede. Soprattutto se, al di là di quello che predichi, la differenza di età tu non l’hai mai presa in considerazione (proprio in virtù di quanto spiegato sopra: se cresci in una famiglia come la mia, tutto diventa normale), per questo uscendo con gente di tutte le età e non percependone la differenza sostanziale, ma scegliendole per la loro umanità, a volte capita di confondersi e farsi piacere uno che è nato negli anni 80.
Sempre stato uno sbaglio. Sempre considerato uno sbaglio. Sempre.

Poi un giorno finisce che uno dei giovinastri ti mette alle strette. E non per sfida personale, non perché sei un sogno erotico, non perché ha il complesso di Edipo, ma semplicemente perché gli piaci. E quando piaci a qualcuno, quando piaci veramente a qualcuno, quello non ha paura di scardinare tutto. Di dirti le cose, di farle, di volerti e di stare con te. Le cose quando funzionano sono semplici.
L’età diventa un muro dietro al quale nascondiamo le nostre (le mie) paure. L’esperienza, la bellezza, invecchiare, l’energia, le prospettive, i desideri, la fine.
Ma a star lì a costruire muri si resta fermi. A sforzarsi di comunicare gridando fortissimo a quelli che stanno dall’altra parte o a non parlare affatto, mai.
A lasciarsi prendere in braccio, a permettere a qualcuno di fare “cavallina” per buttarti dall’altra parte, si scopre che si può essere molto diversi da quello che si è, anche indignandosi per quello che l’altro eventualmente non è ancora.

Come dice il mio miglior amico: questo è il mio primo viaggio nel tempo.
Come quando il cattivo di “Ritorno al Futuro” si trova in tasca l’almanacco con i risultati di tutte le partite di football.
Il punto è che qui non si ha alcuna certezza di vincere, ma il bello è che vincere non sembra avere più alcuna importanza.

8 pensieri su “Differenze

  1. Un uomo si sta sbracciando per te dando il meglio di sé.
    E tu, normalmente refrattaria alla cosa, cedi davanti alla genuinità estrema della cosa.
    In fondo, è bellissimo.
    Un esempio simile ci porta a capire con semplicità la differenza tra tutte le situazioni senza senso, in cui però crediamo ci sia, e queste, piene di qualcosa che sgorga senza doverci affondare le mani!

    "Mi piace"

  2. coincidenze. negli ultimi due anni della mia vita il tuo blog mi ha accompagnato in alcuni viaggi inquieti. mi aiutava a pensare, nelle sale di aspetto degli aeroporti, più della fisica distanza che tutto relativizza e pone allo stesso tempo sotto a una lente. bello, ora che per un viaggio breve ma lontano sento la mancanza quasi fisica di chi ho rischiato di perdere e che mi cammina accanto da tanti anni, cercare il tuo sito meccanicamente e trovare come piacevole sorpresa un tuo post nuovo e trovarti felice come mai ti ho percepita e entusiasta come sei sempre capace di essere per un “viaggio nel tempo” che ha tutta l’aria di essere fantastico. buon viaggio! ❤

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...